APE: Attestato Prestazione Energetica

Che cosa è? L’Ape è il certificato che sintetizza le caratteristiche energetiche di ogni unità immobiliare residenziale e commerciale. E’ un documento obbligatorio che indica la stima delle prestazioni energetiche di un’unità immobiliare con una scala da A a G.

Quando è necessario? E’ un requisito necessario quando si vende o si ristruttura in maniera importante la propria abitazione o quando si stipula un nuovo contratto di locazione o per pubblicare un annuncio inerente l’immobile. La produzione dell’APE è necessaria anche nel caso di richiesta di accesso alle detrazioni del sul reddito IRPEF.

Di quali documenti abbiamo bisogno?
– il documento di identità del proprietario dell’immobile
– il rapporto di controllo della caldaia centralizzata o autonoma in corso di validità
– visura e planimetria dell’immobile

Quanto dura il certificato? La validità dell’APE è di 10 anni se l’immobile è in regola con i controlli dell’impianto termico ma va rinnovato in seguito a delle “ristrutturazioni” che comportano la modifica delle prestazioni energetiche. Il certificatore può assegnare all’APE una validità di 10 anni solo se sono rispettate le normative sul risparmio energetico, altrimenti la validità è fino al 31 dicembre dell’anno successivo. Quanto tempo ci vuole per avere il certificato? Dai 2 ai 5 giorni a partire dal momento del sopralluogo.

Quanto costa? Il costo del certificato è di 100 € + iva. Il prezzo non dipende dai mq dell’immobile e include il sopralluogo del tecnico, la redazione del certificato e il deposito dei documenti presso la regione di competenza.

 

 

 

AQE: Attestato Qualificazione Energetica ai sensi della L. 10/91

L’ Attestato di Qualificazione Energetica è un documento che sintetizza le caratteristiche energetiche dell’edificio. Contiene la classe di appartenenza dell’edificio e i fabbisogni di energia primaria.

L’AQE si differenzia dall’APE per tre aspetti fondamentali:

  1. può essere redatto anche da un tecnico abilitato che è stato coinvolto nei lavori dell’ edificio da valutare, mentre nel caso dell’APE il certificatore energetico è un soggetto estraneo alle altre fasi del processo di progetto e realizzazione in quanto ha un ruolo di “collaudatore”.
  2. non prevede l’assegnazione di una classa energetica ma solo “una proposta”
  3. va consegnato al comune mentre l’APE alla Regione

Quando è obbligatorio redigere l’AQE?

I casi in cui vige l’obbligo di redigere l’AQE sono definiti nell’articolo 3, comma 2 del D. Lgs 192/2005:

  • edifici di nuova costruzione
  • nuovi impianti installati in edifici esistenti
  • ristrutturazione integrale degli elementi edilizi costituenti l’involucro di edifici esistenti di superficie utile superiore a 1.000 metri quadrati
  • demolizione e ricostruzione in manutenzione straordinaria di edifici esistenti di superficie utile superiore a 1.000 metri quadrati
  • una applicazione integrale, ma limitata al solo ampliamento dell’edificio nel caso che lo stesso ampliamento risulti volumetricamente superiore al 20 per cento dell’intero edificio esistente
  • sostituzione di generatori di calore

CONTATTACI TELEFONICAMENTE 06 64 73 11 75 OPPURE LASCIACI UN MESSAGGIO:


Nome

e-mail

Oggetto

Messaggio